Cerca nel sito:

venerdì 26 maggio 2017

degrado capitale

12/05/2017 17:57

'I rom hanno trovato quei gioielli tra l'immondizia?' - GUARDA IL VIDEO

La struttura era stata sgomberata dieci giorni fa dalla polizia locale. Sopralluogo anche al campo nomadi di via Salviati

Blitz di una delegazione del Movimento Nazionale, guidata da Gianni Alemanno, nell'ex fabbrica di penicillina Isf di San Basilio a Roma
Questa mattina blitz del segretario del Movimento Nazionale Gianni Alemanno al campo rom di via Salviati a Roma. "L'ultimo piano nomadi è stato fatto durante il mio mandato da sindaco, - spiega Alemanno - in cui sono stati chiusi sette campi nomadi tollerati come questo in soli quattro anni, oltre alla ristrutturazione dei campi regolari. Oggi siamo davanti ad una situazione di totale abbandono."
Stessa situazione nell'ex fabbrica di penicillina di via Tiburtina, occupata da abusivi in una situazione di degrado assoluto. "Dopo solo 10 giorni dall'ultimo sgombero da parte delle forze dell'ordine la situazione è di nuovo la stessa. Con la polizia locale abbiamo fatto un sopralluogo trovando zingari che controllavano il loro "bottino" di gioielli secondo loro trovati rovistando nell'immondizia - continua Alemanno- e immigrati che dormivano in alloggi di fortuna. Immondizia ovunque e locali bruciati. Questa la situazione in una delle fabbriche che fu simbolo del boom economico italiano ed ora abbandonata e degradata. Poi ci stupiamo delle tragedie e quando si fanno gli sgomberi i buonisti parlano di atteggiamenti autoritari."
Lo dichiara il segretario del Movimento Nazionale Gianni Alemanno dopo la pubblicazione dei video di questa mattina sulla sua pagina Facebook 
Questa mattina blitz del segretario del Movimento Nazionale Gianni Alemanno al campo rom di via Salviati a Roma. 
"L'ultimo piano nomadi è stato fatto durante il mio mandato da sindaco, - spiega Alemanno - in cui sono stati chiusi sette campi nomadi tollerati come questo in soli quattro anni, oltre alla ristrutturazione dei campi regolari. Oggi siamo davanti ad una situazione di totale abbandono".
Stessa situazione nell'ex fabbrica di penicillina di via Tiburtina, occupata da abusivi in una situazione di degrado assoluto. 
"Dopo solo 10 giorni dall'ultimo sgombero da parte delle forze dell'ordine la situazione è di nuovo la stessa. Con la polizia locale abbiamo fatto un sopralluogo trovando zingari che controllavano il loro "bottino" di gioielli secondo loro trovati rovistando nell'immondizia - continua Alemanno- e immigrati che dormivano in alloggi di fortuna. Immondizia ovunque e locali bruciati. Questa la situazione in una delle fabbriche che fu simbolo del boom economico italiano ed ora abbandonata e degradata. Poi ci stupiamo delle tragedie e quando si fanno gli sgomberi i buonisti parlano di atteggiamenti autoritari".