Cerca nel sito:

giovedì 27 aprile 2017

Primo Piano

07/02/2017 08:37

L’ultima giravolta del “watusso” Veltroni

Dall’Africa (per finta) al vertice della Lega calcio

L’ultima giravolta del “watusso” Veltroni

 

C’è chi in Africa è andato per davvero, anche per curare e aiutare i bambini malati e affamati. E chi invece promette di farlo dal lontano 2001 e ancora non c’è andato. Se non in vacanza. Walter Veltroni, il “non comunista” iscritto al Pci, in Ruanda e Mozambico c’è stato, sì, ma in gita con le scuole romane. In tanti pensavano avesse deciso di ritirarsi a vita privata e invece l’ex sindaco della Capitale è pronto a riciclarsi ancora una volta. E grazie pure all’aiuto del “compagno” Luca Lotti, ministro dello Sport, si appresta a scalare la vetta della Lega calcio.

Dopo 16 anni di promesse rimaste lettera morta non solo non se ne va, ma rilancia. L’ex segretario del Partito Democratico, di nota fede juventina, avrebbe già raccolto le adesioni di 13 società (le medio-piccole). Una notizia che, se confermata dai fatti, potrebbe davvero portarlo al vertice della Serie A.  Perché se così fosse a Veltroni basterebbero solo un altro paio di voti non tanto per presentarsi alle elezioni, ma per vincerle (e spodestare dal trono Maurizio Beretta). Due pareri favorevoli che potrebbero arrivare dalla Roma e dall’Inter, che informalmente avrebbero già fatto sapere di gradire particolarmente la sua candidatura.

Può essere lui, contro ogni pronostico e ipotesi, il “nuovo (o vecchio?) che avanza” del calcio italiano. Che secondo i bene informati sarebbe pronto dunque a uscire definitivamente dalla porta della politica (dove ormai manca da tempo) per rientrare poi dalla finestra. Perché se c’è un posto dove la politica conta è proprio quello del mondo del pallone italiano. Dove l’ex ministro per i beni culturali e ambientali (nel governo Prodi I) potrà davvero esercitare il ruolo di scrittore e regista (i suoi lavori), ma del football nostrano.  Con Veltroni pronto a stendere un romanzo dal finale tutto da scrivere ma già pieno di colpi di scena.

Dal (anche se è in realtà è “nel”) Continente nero (paraponzi ponzi pò) alle falde (o faide?) del Kilimangiaro (inteso come Serie A). Il “watusso” Walter sogna il colpo grosso (da non fraintendere con quello “gobbo”… juventino).  

Federico Colosimo

Commenti 

1

07/02/2017 17:27

Postato da semovente

E' ancora qui perchè non sa dove si trova l'Africa.