Cerca nel sito:

sabato 25 marzo 2017

Gran Bretagna

28/11/2016 18:18

Scandalo pedofilia nel calcio inglese

Dopo la denuncia di alcuni atleti, si allarga l'indagine sugli abusi nelle giovanili di diverse squadre

Scandalo pedofilia nel calcio inglese

Si allarga lo scandalo scoppiato due giorni fa nel calcio inglese, sconvolto dal sospetto che in diverse squadre i giovani calciatori siano stati vittime di abusi sessuali.

Stando a quanto riportato dalla Bbc, la Fotball Association ha dichiarato di aver aperto un'indagine interna sulla vicenda: anche la giustizia sportiva dunque si muove, seguendo quella giudiziaria.

Quattro gli investigatori al lavoro sul caso, che stanno collaborando con la National Society for the prevention of cruelty to children. Quest'ultima ha messo in piedi una linea telefonica per denunciare gli abusi e sono già oltre cento le chiamate ricevute.

Tutto è cominciato alcuni giorni fa, quando quattro nomi noti del football britannico (tra loro anche un ex della nazionale) hanno dichiarato di aver subito ripetutamente violenza dall'ex allenatore e talent scout Barry Bernell, in seguito condannato per abusi sui minori. A tale denuncia ne sono seguite molte altre, presentate da calciatori che hanno chiesto di restare anonimi.

Secondo il numero uno della Professional Footballers' Association Gordon Taylor – riporta askanews – sarebbero coinvolti sei o sette club, tra i quali il Crewe, il Manchester City e il Newcastle. Ma potrebbero essercene anche altri: “Mi aspetto nuove denunce” ha dichiarato infatti alla Bbc Radio 5 lo stesso Taylor, che ha aggiunto che i presunti abusi riguardano giovani calciatori tra i 6 e i 16 anni.

Vittime non solo, a quanto sembra, di un unico “mostro” (Bernell): stando a quanto infatti riportato dal Guardian (citato dal Corriere della Sera), un ex calciatore del Newcastle ha “accusato il suo allenatore dell'epoca, George Ormond, anche lui già arrestato e condannato a sei anni di carcere nel 2002 per violenze sui minori”. L'ipotesi dunque, già adombrata dai media inglesi, è che negli ambienti del calcio giovanile britannico sia attiva una vera e propria rete di pedofili.