Cerca nel sito:

venerdì 24 novembre 2017

Il programma

10/11/2017 09:31

Italian Network mette le radici nel mondo

Il consorzio televisivo capitanato da Marco Matteoni e Roberto Onofri punta a vendere un milione di decoder CIBOR-I Tv Box

Italian Network mette le radici nel mondo
La piattaforma propone contenuti e canali di ogni genere, dando spazio al Made in Italy. E c’è anche la nostra testata

 

OC. Il programma
TIT. Italian Network mette le radici nel mondo
SOM. Il consorzio televisivo capitanato da Marco Matteoni e Roberto Onofri punta a vendere un milione di decoder CIBOR-I Tv Box 
La piattaforma propone contenuti e canali di ogni genere, dando spazio al Made in Italy. E c’è anche la nostra testata
Hanno dato lustro all’eccellenza italiana nel mondo. E ora vogliono accrescere gli ascolti: entro il 2018 infatti puntano ad avere un milione di decoder CIBOR-I Tv Box venduti. Un obiettivo chiaro quello di Italian Television Network, il consorzio televisivo capitanato da Marco Matteoni e Roberto Onofri, che distribuisce programmi e canali tematici del nostro paese in tutto il pianeta. Ad oggi il decoder interattivo  è in grado di dare l’accesso a ben 140 canali digitali tematici e regionali già presenti sul digitale terrestre e sulla piattaforma satellitare di Sky in Italia e in Europa. 
Sono al momento 14 i Paesi Europei dove trasmette, 7 mondiali, le nazionali Rai e Mediaset e 18 regioni italiane.
La piattaforma propone contenuti e canali di ogni genere: dai viaggi alla musica, dal cinema alla cucina, dal Made in Italy all’italian style. Non manca poi l’informazione con un canale dedicato anche alla nostra testata: ‘Il Giornale d’Italia’, in cui ci si può tenere costantemente aggiornati su ciò che accade nel Bel paese. Tra i tanti canali ci sono inoltre Make up Channel, canale dedicato esclusivamente al crescente fenomeno di Make up Artist, Cosmoprof Tv, Caffè Milano, Bice Channel, canale di cucina sui ristoranti del gruppo Bice nel mondo, Le Sorelle Bocaraton. E poi ancora Confartigianato Tv, canale dedicato a Confartigianato Imprese Roma, Fiera Channel, il nascente Aefi Tv per la programmazione delle più importanti fiere italiane e Fatina Channel con Maria Giovanna Elmi. A cui si aggiungono ADN Kronos, ITRadio, le novità tecnologiche di Hi-Tech Tv, i servizi alla comunità con Consolato Tv. Spazio anche alle eccellenze regionali per la gioia degli italiani residenti all'estero, che grazie al nuovo decoder possono  collegarsi con il proprio televisore e vedere usi e costumi della terra di origine.
Il consorzio televisivo, sbarcato ad aprile sul mercato americano, ha già fatto registrare un boom di vendite nei set-top-box. Ma ora si punta a migliorare ulteriormente questo risultato. L’intento insomma è quello di conquistare quei territori nel mondo dove l’Eccellenza Italiana è vista con invidia e ammirazione. 
Ciò per permettere alla struttura, che oltre Roma e Miami ha un nuovo centro di assemblaggio ad Amatrice, di entrare in forza nella raccolta pubblicitaria affine alla divulgazione del Made in Italy nel mondo.
D'altronde tra gli obiettivi principali del progetto c’è non solo la promozione in termine di immagine internazionale, delle eccellenze del nostro Paese trasmettendo programmi mirati sulle Tv consorziate e nei locali raggiunti dal servizio in tutto il mondo, ma anche incentivare lo sviluppo dell'imprenditoria legata al turismo, attraverso la realizzazione di documentari informativi su località poco conosciute ad un pubblico internazionale ma ugualmente ricche di storia e di bellezze naturali.
“In America questo decoder sta avendo un grandissimo successo” spiega il Project Manager del progetto, Marco Matteoni che ringrazia “il socio Roberto Onofri che ha seguito fin dalle prime fasi il progetto”. “Siamo orgogliosi di questo risultato che premia il nostro gruppo per la caparbietà e la tenacia con cui in questi anni ha creduto nello sviluppo dell'idea e si è posizionato con forza come leader negli USA per la divulgazione della Tv sull'eccellenza Italiana nel Mondo”.
Cibor permette un rapido collegamento tra un comune televisore, che sia di vecchia o nuova generazione, e un piccolo decoder dedicato, autoalimentato da una presa USB tramite un collegamento wireless. Con 99 euro si può quindi ottenere il decoder e tutte le potenzialità della televisione.
Barbara Fruch
Hanno dato lustro all’eccellenza italiana nel mondo. E ora vogliono accrescere gli ascolti: entro il 2018 infatti puntano ad avere un milione di decoder CIBOR-I Tv Box venduti. Un obiettivo chiaro quello di Italian Television Network, il consorzio televisivo capitanato da Marco Matteoni e Roberto Onofri, che distribuisce programmi e canali tematici del nostro paese in tutto il pianeta. Ad oggi il decoder interattivo  è in grado di dare l’accesso a ben 140 canali digitali tematici e regionali già presenti sul digitale terrestre e sulla piattaforma satellitare di Sky in Italia e in Europa. 

 

Sono al momento 14 i Paesi Europei dove trasmette, 7 mondiali, le nazionali Rai e Mediaset e 18 regioni italiane.

La piattaforma propone contenuti e canali di ogni genere: dai viaggi alla musica, dal cinema alla cucina, dal Made in Italy all’italian style. Non manca poi l’informazione con un canale dedicato anche alla nostra testata: ‘Il Giornale d’Italia’, in cui ci si può tenere costantemente aggiornati su ciò che accade nel Bel paese. Tra i tanti canali ci sono inoltre Make up Channel, canale dedicato esclusivamente al crescente fenomeno di Make up Artist, Cosmoprof Tv, Caffè Milano, Bice Channel, canale di cucina sui ristoranti del gruppo Bice nel mondo, Le Sorelle Bocaraton. E poi ancora Confartigianato Tv, canale dedicato a Confartigianato Imprese Roma, Fiera Channel, il nascente Aefi Tv per la programmazione delle più importanti fiere italiane e Fatina Channel con Maria Giovanna Elmi. A cui si aggiungono ADN Kronos, ITRadio, le novità tecnologiche di Hi-Tech Tv, i servizi alla comunità con Consolato Tv. Spazio anche alle eccellenze regionali per la gioia degli italiani residenti all'estero, che grazie al nuovo decoder possono  collegarsi con il proprio televisore e vedere usi e costumi della terra di origine.

Il consorzio televisivo, sbarcato ad aprile sul mercato americano, ha già fatto registrare un boom di vendite nei set-top-box. Ma ora si punta a migliorare ulteriormente questo risultato. L’intento insomma è quello di conquistare quei territori nel mondo dove l’Eccellenza Italiana è vista con invidia e ammirazione. Ciò per permettere alla struttura, che oltre Roma e Miami ha un nuovo centro di assemblaggio ad Amatrice, di entrare in forza nella raccolta pubblicitaria affine alla divulgazione del Made in Italy nel mondo.

D'altronde tra gli obiettivi principali del progetto c’è non solo la promozione in termine di immagine internazionale, delle eccellenze del nostro Paese trasmettendo programmi mirati sulle Tv consorziate e nei locali raggiunti dal servizio in tutto il mondo, ma anche incentivare lo sviluppo dell'imprenditoria legata al turismo, attraverso la realizzazione di documentari informativi su località poco conosciute ad un pubblico internazionale ma ugualmente ricche di storia e di bellezze naturali.

“In America questo decoder sta avendo un grandissimo successo” spiega il Project Manager del progetto, Marco Matteoni che ringrazia “il socio Roberto Onofri che ha seguito fin dalle prime fasi il progetto”. “Siamo orgogliosi di questo risultato che premia il nostro gruppo per la caparbietà e la tenacia con cui in questi anni ha creduto nello sviluppo dell'idea e si è posizionato con forza come leader negli USA per la divulgazione della Tv sull'eccellenza Italiana nel Mondo”.

Cibor permette un rapido collegamento tra un comune televisore, che sia di vecchia o nuova generazione, e un piccolo decoder dedicato, autoalimentato da una presa USB tramite un collegamento wireless. Con 99 euro si può quindi ottenere il decoder e tutte le potenzialità della televisione.

bf

Commenti 

1

SCONOSCIUTO

10/11/2017 10:31

Postato da sienandrea

Mai sentito parlare di questo prodotto italiano. Facciano qualche passaggio nei giornali e alla TV sennò chi li conosce? Io sono abbastanza curioso di queste cose ma non ne avevo mai sentito parlare, spero sia colpa mia. Saluti e auguri Andrea Preteni