Cerca nel sito:

martedì 19 giugno 2018

Clamorosi sviluppi dell'inchiesta avviata dal procuratore aggiunto Ielo

13/06/2018 10:50

SULLO STADIO DELLA ROMA
NOVE ARRESTI ECCELLENTI

I magistrati mettono sotto accusa il costruttore Parnasi, il consulente giuridico della Raggi Lanzalone e i consiglieri regionali Palozzi (Fi) e Civita (Pd)

SULLO STADIO DELLA ROMA
NOVE ARRESTI ECCELLENTI

A Roma è un terremoto, che colpisce le amministrazioni di Comune e Regione e contemporaneamente i vari schieramenti politici. E ovviamente ognuno accusa gli altri...

Nove sono stati stamane  gli arresti compiuti da parte dei carabinieri nell’ambito di un’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto di Roma Paolo Ielo su un'associazione a delinquere finalizzata alla commissione di condotte corruttive e di una serie di reati contro la Pubblica amministrazione nell'ambito delle procedure connesse alla realizzazione del nuovo stadio della Roma.

Tra gli arrestati l’imprenditore Luca Parnasi, proprietario della società Eurnova che sta realizzando il progetto dello Stadio, e cinque suoi collboratori mentre ai domiciliari ci sono Luca Lanzalone, l'attuale presidente Acea (di cui il Comune detiene il 51%) consulente per il Campidoglio sulla struttura prevista nella zona di Tor di Valle, il vicepresidente del Consiglio Regionale, Adriano Palozzi di Forza Italia, l'ex assessore regionale all'Urbanistica Michele Civita (Pd).

Lanzalone, tra il gennaio e il febbraio del 2017, nelle vesti di consulente per i Cinque stelle portò avanti, sul fronte del progetto stadio, una mediazione con l'amministrazione comunale e la Eurnova. 

La mediazione ha portato ad una modifica del primo progetto con una riduzione delle cubature degli immobili "extra stadio" e la cancellazione delle due torri del grattacelo che sarebbero dovute sorgere in prossimità del'impianto.