Cerca nel sito:

venerdì 15 dicembre 2017

L'intervento

07/12/2017 06:43

Mamma e Papà, servono ancora?

Da decenni è in atto il progetto di distruzione della famiglia

Mamma e Papà, servono ancora?
Necessario rieducare le nuove generazioni con i valori di sempre

OC. L’intervento
TIT. Mamma e Papà, servono ancora?
SOM. Da decenni è in atto il progetto di distruzione della famiglia: 
necessario rieducare le nuove generazioni con i valori di sempre
Dal 68’ è in atto il progetto di distruggere la famiglia, quella vera composta da una mamma ed un papà.
Progetto perseguito con tenace, progressiva volontà, dal c.d.” partito radicale di massa”, che ha oggi i suoi rappresentanti in modo trasversale in molti partiti, in particolar modo di centro sinistra, fra gli ultimi il tentativo di “ri-educare” i nostri figli. 
Un tentativo di disorientamento educativo - culturale, in menti giovani ed in via di formazione, ove viene messo in dubbio l’identità di genere, maschio / femmina, oltre che la famiglia fondata sull’unione fra un uomo ed una donna, presentando la possibilità di scelte e unione diverse.
Occorre invece, ritornare ad essere portatori di quei valori, che ci hanno tramandato i nostri nonni prima e i nostri genitori poi, quei valori, come la famiglia fondata sull’amore sponsale fra un uomo ed una donna, amore aperto alla vita e dunque ai figli, valori che hanno reso grande la Nazione e che oggi siamo purtroppo chiamati a difendere per contrastare il tentativo di cancellarli. 
Oggi però non basta condividere e vivere tali valori naturali, necessita anche difenderli, perché non sia che vengano gradualmente sostituiti.
Ricordiamo che si parte proprio dalle scuole, con le favolette e le canzoncine, che hanno un solo obiettivo, educare i bambini a credere che genitore 1 e 2 siano come mamma e papà, che due uomini o due donne o due transgender possono allevare ed educare figli, come accade in una famiglia tradizionale.
Solo informando e tenendo gli occhi aperti, possiamo contrastare questa “ri-educazione” che si sta diffondendo in molte parti d’Italia.
Come Movimento Nazionale, siamo in prima linea sulla difesa della famiglia, si è svolta quindi 4 dicembre alle ore 21:00 nella città di Corsico in provincia di Milano, un interessante convegno sul tema della famiglia, presenza importante, è stata quella del segretario nazionale On. Gianni Alemanno, tra i relatori, Marco di Pilato e Laura Boccenti, del comitato difendiamo i nostri figli, Benedetto Tusa coordinatore Regionale  e Gianfranco De Nicola coordinatore Provinciale Milano. 
Si a Corsico “strappata” alle sinistre nel 2015 dopo 69 anni di governo ininterrotto, dove dopo anni di “indiscusso” potere, in scuole, comitati, associazioni e addirittura oratori, i loro rappresentanti, che anche se non governano la città, cercano di perpetuare una massiccia presenza nel tessuto sociale della città.
La ragione del convegno  a Corsico è stata quella di accendere un faro sul tema e quindi rimanere vigili e combattere colpo su colpo con argomenti e contenuti culturali che possano far emergere la verità sui valori che difendiamo.
L’invito è di unirsi a noi nella difesa della famiglia che è la base della nostra bimillenaria civiltà.
Antonio Saccinto (Coordinamento Provinciale di Milano del Movimento Nazionale per la Sovranità)
Dal 68’ è in atto il progetto di distruggere la famiglia, quella vera composta da una mamma ed un papà.

Progetto perseguito con tenace, progressiva volontà, dal c.d.” partito radicale di massa”, che ha oggi i suoi rappresentanti in modo trasversale in molti partiti, in particolar modo di centro sinistra, fra gli ultimi il tentativo di “ri-educare” i nostri figli. 

Un tentativo di disorientamento educativo - culturale, in menti giovani ed in via di formazione, ove viene messo in dubbio l’identità di genere, maschio / femmina, oltre che la famiglia fondata sull’unione fra un uomo ed una donna, presentando la possibilità di scelte e unione diverse.

Occorre invece, ritornare ad essere portatori di quei valori, che ci hanno tramandato i nostri nonni prima e i nostri genitori poi, quei valori, come la famiglia fondata sull’amore sponsale fra un uomo ed una donna, amore aperto alla vita e dunque ai figli, valori che hanno reso grande la Nazione e che oggi siamo purtroppo chiamati a difendere per contrastare il tentativo di cancellarli. 

Oggi però non basta condividere e vivere tali valori naturali, necessita anche difenderli, perché non sia che vengano gradualmente sostituiti.

Ricordiamo che si parte proprio dalle scuole, con le favolette e le canzoncine, che hanno un solo obiettivo, educare i bambini a credere che genitore 1 e 2 siano come mamma e papà, che due uomini o due donne o due transgender possono allevare ed educare figli, come accade in una famiglia tradizionale.

Solo informando e tenendo gli occhi aperti, possiamo contrastare questa “ri-educazione” che si sta diffondendo in molte parti d’Italia.

Come Movimento Nazionale, siamo in prima linea sulla difesa della famiglia, si è svolta quindi 4 dicembre alle ore 21:00 nella città di Corsico in provincia di Milano, un interessante convegno sul tema della famiglia, presenza importante, è stata quella del segretario nazionale On. Gianni Alemanno, tra i relatori, Marco di Pilato e Laura Boccenti, del comitato difendiamo i nostri figli, Benedetto Tusa coordinatore Regionale  e Gianfranco De Nicola coordinatore Provinciale Milano. 

Si a Corsico “strappata” alle sinistre nel 2015 dopo 69 anni di governo ininterrotto, dove dopo anni di “indiscusso” potere, in scuole, comitati, associazioni e addirittura oratori, i loro rappresentanti, che anche se non governano la città, cercano di perpetuare una massiccia presenza nel tessuto sociale della città.

La ragione del convegno  a Corsico è stata quella di accendere un faro sul tema e quindi rimanere vigili e combattere colpo su colpo con argomenti e contenuti culturali che possano far emergere la verità sui valori che difendiamo.

L’invito è di unirsi a noi nella difesa della famiglia che è la base della nostra bimillenaria civiltà.


Antonio Saccinto, Coordinamento Provinciale di Milano del Movimento Nazionale per la Sovranità