Cerca nel sito:

lunedì 24 luglio 2017

Lutto

29/12/2016 07:40

Addio Marco, esempio di amore e coraggio

L'ultimo saluto ad un militante che ha combattuto fino alla fine contro il cancro, senza mai perdere il sorriso

Addio Marco, esempio di amore e coraggio

Quelli attuali sono tempi in cui si ha continuamente bisogno di Esempi, che ricordino quali sono le cose che contano veramente. Uomini e donne che, nella semplicità del quotidiano, indichino a tutti valori e sentimenti dai più comodamente e superficialmente trascurati. Figure quasi eroiche che, anche molto duramente messe alla prova, riescono a dimostrare che si può (e forse si deve) affrontare la vita a testa alta. E quando si ha la fortuna di incontrarne di persone così, molte cose cambiano: avere a che fare con loro, infatti, illumina di luce nuova ogni piccolo passo che quotidianamente ci si trova a compiere.

Marco e Mavi sono due persone di questo genere. Toscano lui, lombarda lei. Si incontrano, si scelgono. E vivono un amore intenso e profondissimo, che va oltre i contrattempi del quotidiano. Un sentimento vissuto tra viaggi, distanze (materiali) e difficoltà. Un sentimento che diventa ogni giorno più forte. Come loro che lo vivono.

Poi un giorno Marco e Mavi si trovano costretti a combattere contro un nemico che uccide piano piano: il brutto male che colpisce Marco, portandosi via a poco a poco la sua salute. Ma non la sua voglia di vivere. Non la sua voglia di condividere con Mavi ogni istante, ogni sorriso ed ogni lacrima. Insieme affrontano allora anche questa fase della loro vita. Si danno coraggio a vicenda anche quando molti, al loro posto, si sarebbero lasciati andare, trascinati via dalle spire di una disperazione che uccide da vivi. Sorridono Marco e Mavi, vanno in ospedale insieme, affrontano insieme i cicli di chemioterapia, uno dopo l'altro. Tornati a casa scherzano, piantano tulipani, si prendono bonariamente in giro. Fino all'ultimo istante. Fino a quando Marco si addormenta per l'ultima volta, con Mavi che gli stringe la mano.

Ieri Marco è partito per il suo ultimo viaggio. Tra gli altri, a salutarlo, la Comunità umana e politica di cui ha fatto orgogliosamente parte. “Eri un guerriero – scrivono di lui i ragazzi di Lealtà Azione e Progetto Dinamo Firenze – lo hai dimostrato anche nella tua ultima battaglia. Adesso riposa in pace e veglia su di noi”. E ancora: “Te ne sei andato, ma solo dopo aver lottato fino all'ultimo minuto. 'Sei nato per combattere, famiglia da difendere' era il motto che ripetevi sempre. Tu hai dimostrato di essere nato per combattere, anche contro un nemico che è apparso subito invincibile. E hai sempre difeso la tua famiglia. La nostra grande famiglia. Con un sorriso e una lacrima ti ricorderemo in ogni gesto, in ogni azione, in ogni pensiero. Vivremo la nostra vita fino in fondo, senza gettarne neanche un minuto. Buon viaggio lupo. Riposa in pace”. E grazie. Grazie per aver dimostrato a tutti il vero senso della vita. Grazie per aver acceso, insieme alla tua Mavi, una luce di amore e coraggio che illuminerà da ora in avanti le vite di tutti noi.

Cristina Di Giorgi

Commenti 

2

29/12/2016 16:38

Postato da semovente

CAMERATA MARCO, PRESENTE.

1

29/12/2016 09:46

Postato da Antero

R.i.p.