Cerca nel sito:

venerdì 27 aprile 2018

Politica

15/04/2018 17:55

Di Maio insiste con l'opzione Pd

Il numero 3 grillino stravede per gli ex nemici e ribadisce: il centrodestra unito non è una strada percorribile. Salvini: si sforzi nel fare qualcosa di più

Di Maio insiste con l'opzione Pd

Luigi Di Maio insiste: guarda alla Lega e al Pd, ma è soprattutto il partito di Renzi e di Martina che alberga nel suo cuore e nel governo che ha in mente il numero tre dei 5 stelle (ieri ad Alessandria, si sono visti d’amore e d’accordo Grillo e Casaleggio jr, tanto per ribadire chi comanda nel movimenti e chi spariglia le carte). 

Ospite del Vinitaly a Verona, Di Maio ha detto:   "Noi non siamo fermi, lavoriamo per un contratto di governo sui temi, per capire gli obiettivi comuni tra il programma del M5S e quelli della Lega e del Pd. L'ipotesi di un governo del cambiamento la proponiamo anche al Pd, io voglio fare un appello al senso pratico a tutti, non ci si può fermare e bloccarsi sulle logiche politiche. Voglio che sappiate che il Movimento Cinque Stelle è al lavoro per un governo che dia risposte, chi si ostina a proporre un centrodestra unito propone una strada non percorribile e che può fare anche danno al Paese”.

E Salvini? Ospite anche lui alla prestigiosa rassegna veronese, l’ha messa proprio… sull’enologico: “Che bicchiere offrirei a Di Maio? Uno Sforzato perché si deve sforzare a fare qualcosa di più. Io un bicchiere di vino lo berrei con tutti, sono gli altri che devono decidere che tipo di vino bere”.