Cerca nel sito:

martedì 21 novembre 2017

L'editoriale di Francesco Storace

13/09/2017 06:00

#WIDS

Passa la proposta liberticida. Ma noi ci moltiplicheremo

#WIDS
Una minoranza di deputati approva l'infame legge Fiano

 

"Ce ne freghiamo della galera, camicia nera...": tornerà di moda questa canzone, assieme a tante altre. Da ieri sera, un Parlamento di vigliacchi, anzi una sua minoranza - 261 deputati su 630 - ha approvato l'infame legge Fiano. La Camera dei Deputati ha messo il suo sigillo e state certi che si sbrigheranno pure al Senato. I malati di torcicollo ci sono riusciti: la storia e il carcere possono camminare di pari passo se si mette in discussione il verbo dei vincitori.

Non si rendono conto del male che fanno alla Nazione, ricomincerà l'odio. Le spie. La pretesa delle manette. I processi. Anzi, i maxiprocessi perché non spaventate più nessuno con le vostre minacce.

Proviamo una rabbia enorme. Da una parte un regime morente che punta il dito contro internet e chi parla senza faziosità di Benito Mussolini e del fascismo, senza rendersi conto che il pericolo viene dall'islamismo terrorista; dall'altra chi inscena manifestazioni di "ricorrenza" che offrono il pretesto a gentucola come Fiano e la Boldrini per gridare al nemico inventato.

E' semplicemente folle pensare di rifilare due anni di carcere per un accendino, un quadro, una bandiera. Il delirio di questa bassissima classe politica reprimera' anche la gestualità: mi spiace per loro, ma si moltiplicheranno i saluti romani. Wids e' l'acronimo poco conosciuto finora: significa w il duce sempre. Potete scommetterci, invaderà la rete più di prima.

Matti, siete matti e nessuno che plachi questa deriva forcaiola molto ridicola. Se la prenderanno con qualche bagnino che ha una spiaggia a Chioggia perché sarà più comodo che mettere le manette ai polsi di troppi delinquenti d'importazione e non che infestano l'Italia.

Siamo indignati più che mai. Ma non ci fermeranno, a partire da questo nostro giornale, che continuerà a pubblicare pagine di storia quotidiana sul fascismo. E chi se ne frega della galera. Meglio finire in cella per un'idea che per quattro tangenti. State certi che, incontrando ciascuno di noi, sarete voi a dover abbassare lo sguardo. 

Francesco Storace

Commenti 

5

La fantasia supera sempre la realtà! Ma mai quanto una fantasia malata...

16/09/2017 10:34

Postato da pagmar65

Non riesco davvero a collocare il reale problema che tale disegno di legge (ricordiamo che ancora non è legge!) intenderebbe superare o risolvere. Il vero problema è l'assurda zona grigio in cui la norma pretenderebbe di muoversi. In pratica l'ormani noto sistema italiano in cui l'unica cosa di cui possiamo dirci sicuri è che non siamo sicuri di nulla, se non delle conseguenze e delle sanzioni! La mia sensazione è purtroppo quella di un consolidato modus operandi che di fatto crea soltanto divisioni. E mi puzza di dividi et impera. Quindi, nella libertà interpretativa in mano al solito "censore”, anche il collezionista di francobolli che mette in vendita i propri pezzi o pubblica un annuncio per la loro ricerca, rischia un procedimento penale se tra le sue cose reclamizza l'acquisto/vendita delle emissioni della RSI, del Regno d'Italia del governo Mussolini. Aveva ragione quel filosofo a dire che “è finito il comunismo, ma sono rimasti i comunisti…”. Sigh…!

4

QUAQUARAQUA

13/09/2017 18:12

Postato da MARCONERO

Tale Fiano che Don MARIANO definirebbe quaquaqua sta tentando di distruggere la storia, con una vomitevole legge che un pidocchio di ruffiani ha approvato in un becero Parlamento di una Repubblica in cui non mi riconosco, da ultimo non è che l'incendio sul Monte Giano sia stato ispirato e portato a termine da questi quaraquaqua, aboliremo questa legge.

3

Me ne frego!

13/09/2017 14:07

Postato da kaiman50cc

Veramente non ci sono limiti alla mediocritá dei sinistrati... Comunque questo imbecille e quelli che hanno votato a favore hanno appena impreziosito la mia collezione di francobolli del Duce