Cerca nel sito:

mercoledì 23 maggio 2018

Il corsivo di Francesco Storace

12/07/2017 05:50

ASCOLTATE MIRABELLI

A proposito della legge Fiano. Il presidente emerito della Consulta denuncia problemi di costituzionalità

ASCOLTATE MIRABELLI

 

"Se ho un fascio dipinto sul braccio, che fa Fiano, me lo amputa?". Ormai, il web e' pieno di esempi che vengono dal popolo della rete a dimostrare quanto ridicolo stia ricoprendo la proposta di legge che punisce "la propaganda", che secondo i deputati della sinistra può arrivare anche agli accendini con l'effigie del Duce. E su queste polemiche Fiano si accalora, si infervora, smanetta, ammanetta.

Guai però a scucirgli una parola su un tema più rilevante ancora, e che riguarda la costituzionalità della norma. Di solito, i cadreghi rossi sono soliti abbracciare la loro Costituzione - tranne, va detto, nel caso di Renzi, che la voleva smontare al referendum che ha perso - e usano a intermittenza i giuristi quando danno loro ragione.

Cesare Mirabelli, presidente emerito della Corte Costituzionale, non deve essere molto gradito dalle parti del Nazareno, al punto che un suo precisissimo articolo di ieri sul

Messaggero e' passato completamente ignorato ai commenti di targa Pd.

"Fino a dove si estende - si chiede l'ex presidente della Consulta - l'introduzione del divieto di produrre, distribuire o vendere raffigurazione di persone, immagini o simboli riferiti al fascismo?". "Si pensi solo - continua Mirabelli - ai libri di Renzo De Felice, alle fotografie del regime, del Duce sul cavallo bianco, della mietitura del grano, che hanno raccontato gli anni del consenso crescente di Benito Mussolini".

La mera produzione e distribuzione di beni e immagini, simboli e persone, "colpirebbe la libertà di manifestazione del pensiero: (...) la democrazia si nutre di convinzioni e non di sanzioni". E ancora, il Mirabelli-pensiero: "La Costituzione non vieta di pensare, le idee non vengono colpite".

A parlare così e' una personalità che certo nessuno può annoverare nelle fila dell'estrema destra. Ma la si può ignorare, sperando che nessuno si accorga di un'analisi così attenta rispetto ai valori costituzionali.

A sinistra si dicono democratici; ma considerano la democrazia Cosa loro...

Francesco Storace

Commenti 

3

Ma che ci frega....

12/07/2017 16:38

Postato da massimoxmeridio

ma che ci importa,noi sti simboli,simbologie e ideali ce li teniamo ben stretti sempre e comunque

2

Caro DIRETTORE,

12/07/2017 08:33

Postato da Antero

come hai più volte affermato, a ragion veduta, NOI di loro CE NE FREGHIAMO ! http://www.trentinolibero.it/home/news/rubriche/lettere-dei-lettori/12538-antifscismo-allultimaspiaggia.html

1

Caro DIRETTORE,

12/07/2017 08:29

Postato da Antero

come hai più volte affermato, a ragion veduta, NOI di loro CE NE FREGHIAMO ! http://www.trentinolibero.it/home/news/rubriche/lettere-dei-lettori/12538-antifscismo-allultimaspiaggia.html