Cerca nel sito:

domenica 26 ottobre 2014

Papaveri e papere

15/11/2013 08:30

Ministri in fuorigioco

Tre palle, un soldo: così il governo Letta-Alfano si sbriciola

Ministri in fuorigioco
La Cancellieri 'svuotacarceri' a senso unico; la Kyenge 'svuotacasse' per finanziare rom e gay; Saccomanni 'svuotapensiero' perché non ne ha uno, tasse a parte

Per Annamaria Cancellieri un guaio tira l’altro. Proprio come le ciliegie che crescono copiose nel lembo emiliano terra d’adozione di Cecilie Kyenge, altra ministra di cui diremo tra poco.

Ma torniamo alla responsabile della Giustizia, ministero che deve aver barattato con quello delle Telecomunicazioni, vista la familiarità con i telefoni cellulari. Non ha fatto neanche in tempo a spegnersi l’eco delle nuove notizie di stampa di una terza telefonata tra il ministro e i Ligresti, con tanto di chiamate anche da parte del marito della Guardasigilli che evidentemente ‘tiene famiglia’ in tutti i sensi, che l’Espresso manda oggi in edicola altre rivelazioni sui banchetti a casa Ligresti, una splendida cascina a sud di Milano. Decine gli ospiti, ma soprattutto c’era lei, la signora della Giustizia… di parte. Inviti che i Ligresti estendevano poi ai giorni natalizi, in un lussuoso hotel sempre a Milano, per non dire (ed è stato già detto e scritto) delle ospitate estive al Tanka Village in Sardegna.

E per una Cancellieri ‘svuotacarceri’ con il telefonino, una collega ministra ‘svuotacasse’: convegni sui rom, rassegne sui trans, seminari per narrare le esperienze trasgender e perfino per conoscere meglio le ideologie razziste (per usarle poi con gli italiani? Chissà). Venghino signori delle associazioni di sinistra venghino. Il tutto da poche migliaia a 40mila euro ‘a botta’, come si dice a Roma (città che pure alla Kyenge qualcosa dirà, se non altro per la presenza di un sindaco che cerca di emularla).

Tra i ministri finiti in fuorigioco, anche il prode (da Romano Prodi…) Fabrizio Saccomanni: quello che i soldi non ci sono mai. Lui non sa come trovarli, se non mettendo tasse. E allora non trova altro di meglio da fare che pasteggiare e svillaneggiare al ristorante contro Berlusconi. E se gli astanti ascoltano, pazienza: puoi sempre negare. E vendicarti con un’altra tassa.

Igor Traboni

Commenti 

1

fate solo incazzare il prossimo

15/11/2013 10:00

Postato da giovannino

scrivete, raccontate, riscrivete, raccontate di nuovo, informate i lettori ma non fate mai un cazzo per farla finita con questi puzzolenti pezzenti. la nuova destra per caso fa solo chiacchiere?