Cerca nel sito:

giovedì 02 ottobre 2014

svolte a destra

27/10/2013 08:17

Alleanza Nazionale deve tornare ad essere votata

Verso la manifestazione di Roma del 9 novembre

Alleanza Nazionale deve tornare ad essere votata
Ecco il testo integrale del documento approvato all'unanimità dall'assemblea di sabato 26 ottobre

 

An riparte, anzi: sarà sulla prossima scheda elettorale che finirà nelle mani degli italiani. E' uno dei passaggi stabiliti alla riunione congiunta di Roma delle forze politiche che sabato prossimo presenteranno il Movimento per Alleanza Nazionale. Ecco il testo integrale del documento prodotto. "L'assemblea dei quadri dirigenti de La Destra, Futuro e Libertà, Fiamma Tricolore, Io Sud e delle associazioni a carattere territoriale collegate in tutta Italia, convocata oggi a Roma in vista della manifestazione del 9 novembre finalizzata alla presentazione del Movimento per Alleanza nazionale, ha apprezzato il grande livello di mobilitazione dell'iniziativa che si registra in molte aree d'Italia".
"Preso atto del fallimento del progetto Pdl testimoniato dalla decisione di sospensione di tutte le attività del partito decisa dall'ufficio di presidenza del movimento del presidente Berlusconi e il conseguente ritorno alla sigla di Forza Italia, l'assemblea promotrice della manifestazione del 9 novembre rivendica il diritto a restituire sulla scheda elettorale agli italiani il simbolo di A.N., rappresentativo nella sua configurazione del messaggio di una destra moderna e di governo nella continuità ideale col pensiero dei padri. Oggi, ancor più che a Fiuggi, serve una destra pulita, che punti a rappresentare il partito della Nazione offesa nella sua sovranità, indignata per l’assenza di iniziative concrete per il lavoro, impotente di fronte al vento impetuoso dell'immigrazione clandestina che sancisce il fallimento delle politiche di cooperazione europea ed internazionale, preoccupata per la crescente affermazione del relativismo che mina la tradizione culturale e cristiana del Paese".
"L’Italia di oggi è strozzata dalle politiche monetarie volute dalla Banca Centrale Europea - continua il documento - .La nuova Alleanza nazionale rivolgerà il 9 novembre un appello a quanti si sono ritrovati nella lunga storia della destra italiana, per riprendere un cammino comune di valori. La destra italiana deve essere orgogliosa di sé e proporsi senza temere contaminazioni con altre culture, ma fiera della propria identità".
La conclusione del documento, quindi, prefigura già la fase operativa. "Prepararsi, dunque, sia alla competizione europea con una mobilitazione i cui dettagli organizzativi saranno resi noti alla manifestazione di Roma, sia per un eventuale sbocco elettorale della situazione politica in atto, per ridare all'Italia di destra una speranza di ritrovarsi unita e vincente".
An riparte, anzi: sarà sulla prossima scheda elettorale che finirà nelle mani degli italiani. E' uno dei passaggi stabiliti alla riunione congiunta di Roma delle forze politiche che sabato prossimo presenteranno il Movimento per Alleanza Nazionale. Ecco il testo integrale del documento prodotto. 

 

"L'assemblea dei quadri dirigenti de La Destra, Futuro e Libertà, Fiamma Tricolore, Io Sud e delle associazioni a carattere territoriale collegate in tutta Italia, convocata oggi a Roma in vista della manifestazione del 9 novembre finalizzata alla presentazione del Movimento per Alleanza nazionale, ha apprezzato il grande livello di mobilitazione dell'iniziativa che si registra in molte aree d'Italia".

"Preso atto del fallimento del progetto Pdl testimoniato dalla decisione di sospensione di tutte le attività del partito decisa dall'ufficio di presidenza del movimento del presidente Berlusconi e il conseguente ritorno alla sigla di Forza Italia, l'assemblea promotrice della manifestazione del 9 novembre rivendica il diritto a restituire sulla scheda elettorale agli italiani il simbolo di A.N., rappresentativo nella sua configurazione del messaggio di una destra moderna e di governo nella continuità ideale col pensiero dei padri. Oggi, ancor più che a Fiuggi, serve una destra pulita, che punti a rappresentare il partito della Nazione offesa nella sua sovranità, indignata per l’assenza di iniziative concrete per il lavoro, impotente di fronte al vento impetuoso dell'immigrazione clandestina che sancisce il fallimento delle politiche di cooperazione europea ed internazionale, preoccupata per la crescente affermazione del relativismo che mina la tradizione culturale e cristiana del Paese".

"L’Italia di oggi è strozzata dalle politiche monetarie volute dalla Banca Centrale Europea - continua il documento - .La nuova Alleanza nazionale rivolgerà il 9 novembre un appello a quanti si sono ritrovati nella lunga storia della destra italiana, per riprendere un cammino comune di valori. La destra italiana deve essere orgogliosa di sé e proporsi senza temere contaminazioni con altre culture, ma fiera della propria identità"

La conclusione del documento, quindi, prefigura già la fase operativa. "Prepararsi, dunque, sia alla competizione europea con una mobilitazione i cui dettagli organizzativi saranno resi noti alla manifestazione di Roma, sia per un eventuale sbocco elettorale della situazione politica in atto, per ridare all'Italia di destra una speranza di ritrovarsi unita e vincente".

Commenti 

2

Alleanza Nazionale? Bah!

28/10/2013 18:59

Postato da parallax

L'unica cosa che nel simbolo ricorda serietà è la Fiamma. Votare Alleanza Nazionale? E con quale programma? Quello annacquato da quello "sciagurato" a Fiuggi? Tempo perso. La gente è sfiduciata e stanca. E non gliene frega niente di avere qualche posto in Parlamento, che parli politichese e faccia da ruota di scorta a Tizio, Caio o Sempronio. Non vi rammenta nulla il trionfante Front National di Marine Le Pen? Analizzate! Volendo potete anche copiare. Occorrono temi veri, coraggiosi e controcorrente, come le nostre radici insegnano. Solo così potremo convogliare i delusi di Grillo e anche del PDL, (e sono tanti!), su altre e più costruttive posizioni, aderenti ai veri bisogni degli elettori. Uscire da questa marana maleodorante con coraggio è il vero impegno, ricordando sempre, che senza un Passato (e consentitemi di dire, che il nostro è glorioso e di tutto rispetto), non esiste Futuro.

1

CON RITROVATA DIGNITA'

27/10/2013 13:50

Postato da MICHETTO

Mai più collusi o proni a porci corrotti e corruttori. Ridateci la dignità di essere di destra e di votare con gioia per un simbolo che rappresenti le ns radici e la ns cultura.