Cerca nel sito:

martedì 19 giugno 2018

Esteri

10/06/2018 19:46

USA valuta ipotesi THAAD in Germania

Il fine sarebbe quello di incrementare le capacità difensive europee, ma il Dipartimento della Difesa smentisce

USA valuta ipotesi THAAD in Germania

Gli Stati Uniti starebbero valutando l’ipotesi di dispiegare il sistema difensivo anti-missilistico THAAD in Germania al fine di incrementare le capacità difensive europee. E nonostante il Comando Europeo Statunitense abbia formulato quest’ipotesi diverse volte in passato, secondo Riki Ellison, direttore della Missile Defense Advocacy Alliance, la decisione dell’amministrazione Trump di ritirare il paese dall’accordo nucleare iraniano del 2015 (decisione che ha riscontrato il parere contrario degli alleati europei) ha gettato benzina sul fuoco, rendendo ancora più necessaria l'attuazione di tale strategia. Infatti, sebbene gli Stati Uniti e l’Unione Europea siano su posizioni contrapposte in merito al nucleare iraniano, il timore concernente lo sviluppo dei missili balistici da parte di Teheran è ampiamente condiviso da entrambe le parti. Il dispiegamento di un ulteriore sistema difensivo rassicurerebbe gli alleati dell’Europa del Sud, esposti alla minaccia dei missili iraniani. Stando alle dichiarazioni del Generale Curtis Scaparrotti, capo del Comando Europeo Statunitense, lo spostamento di un sistema THAAD alla base aerea di Ramstein in Germania – quartier generale dell’Aeronautica Statunitense in Europe e del Comando Aereo Alleato della Nato – rappresenterebbe “un messaggio politico agli europei, ovvero che siamo seri nel proteggere i nostri alleati.” Ed ha aggiunto: “La valutazione iniziale è che la Germania probabilmente non avrebbe problemi con un dispiegamento THAAD.”

Il Dipartimento della Difesa Usa ha, tuttavia, smentito tale scenario. “Ad oggi – ha affermato Eric Pahon, portavoce del Pentagono - non ci sono piani che prevedano il posizionamento di un sistema THAAD in Germania. Non discutiamo di possibili futuri piani militari, poiché non vorremmo segnalare il nostro intento ai potenziali nemici.” 

Secondo diversi esperti, quest'ipotesi rientra in un contesto di crescenti tensioni tra gli Stati Uniti e la Russia, il cui rapporto è, infatti, caratterizzato da interpretazioni contrastanti delle rispettive strategie militari. Da una parte gli Stati Uniti considerano la Russia una minaccia per la stabilità geopolitica e la difesa europea, mentre dall'altra la Russia percepisce la Nato, a trazione statunitense, come un’organizzazione con tendenze espansionistiche verso l’est. L'eventuale dispiegamento di un sistema difensivo in Germania innescherebbe l'inevitabile reazione di Mosca. 

Un documento relativo alla difesa missilistica del Pentagono, la cui pubblicazione è prevista per il mese di giugno, fornirà dettagli più approfonditi sulla strategia degli Stati Uniti. 

 

cpp