Cerca nel sito:

venerdì 23 febbraio 2018

Esteri

12/02/2018 14:53

L'Ungheria dà fastidio alla solita Europa

Bruxelles, indispettita per le politiche di Orban sull'immigrazione, adesso mette il naso anche sulla destinazione dei fondi

L'Ungheria dà fastidio alla solita Europa

Che i rapporti del premier ungherese Viktor Orban con le istituzioni europee non fossero esattamente distesi lo si sapeva già da un po'. Ai diversi punti di frizione tra il leder magiaro e l'Europa, soprattutto relativamente alla sua politica sull'immigrazione, sta andando in questi giorni ad aggiungersi un altro elemento di contrasto: quello relativo alle modalità di spesa dei fondi europei per lo sviluppo economico (una cifra che, in sette anni - fino al 2021 - dovrebbe essere pari a 25 miliardi di euro). 

E' infatti di oggi la notizia che la responsabile della commissione dell'Europarlamento per il controllo del bilancio Ue, Ingeborg Grassle, ha chiesto un'indagine approfondita su come i finanziamenti in questione vengono gestiti in Ungheria.

Il sospetto, stando a quanto riferito dal Guardian, è che i fondi erogati da Bruxelles “potrebbero essere incanalati nei conti degli oligarchi vicini al primo ministro, usando l'Unione europea come un 'registratore di cassa' mediante gare di appalto truccate”. L'eurodeputata tedesca - riporta ancora il quotidiano britannico - ha dichiarato che l'Ungheria “ha alcuni problemi specifici che devono essere affrontati”.

Da ricordare inoltre - riferisce euronews - che qualche settimana fa l'Ufficio antifrode europeo (Olaf) ha denunciato irregolarità da parte di Budapest nella gestione dei finanziamenti. La magistratura ungherese ha avviato un'inchiesta e l'opposizione al governo in carica, in vista delle elezioni dell'8 aprile prossimo, molto probabilmente "userà" l'argomento per la campagna elettorale anti-Orban.

Commenti 

1

Bruxelles

12/02/2018 16:18

Postato da Tuula

Viva Orban,viva l'Ungheria