Cerca nel sito:

venerdì 26 maggio 2017

Esteri

20/03/2017 06:41

Socialdemocratici tedeschi: 100% Schultz

Eletto presidente del partito con il massimo dei voti, prepara l'assalto alla Cancelleria. Tra promesse e minacce

Socialdemocratici tedeschi: 100% Schultz

Martin Schulz e' stato eletto ieri presidente dei socialdemocratici tedeschi, con il 100% dei voti. Il dato più alto di tutti i tempi, che costituisce una rampa di lancio eccellente per l'assalto alla cancelleria. La sfida del secolo per la Germania  socialdemocratica è quella del 24 settembre: "L'SPD deve diventare il partito più forte e io cancelliere". Scultz ha battuto persino il record di Kurt Schumacher, che nel 1948 vinse con il 99,71 per cento dei voti. Schultz ha fatto di meglio: 605 voti su 605, votazione pubblica, per alzata di mano. C'è stato dunque il passaggio del testimone , che da Sigmar Gabriel è passato così a Martin Schultz, che ha fatto un discorso di un'ora e un quarto invocando per il suo mandato una impostazione fondata su "giustizia, rispetto e dignità". 

Ha detto tra l'altro: "Il dovere di un cancelliere è tenere insieme un'Europa forte, attraverso una Germania forte. La Germania e l'Europa sono inseparabili". E poi, citando Trump: "Chi indica la stampa come bugiarda, e ha un rapporto selettivo coi media, mette a rischio le radici della democrazia, che sia un membro di Pegida o il presidente degli Usa", e poi nei confronti della Turchia: "Bisogna dire a Erdogan che così non va". Ma ne ha avute anche per le cose di "casa": "L'Afd  - ha detto - e' una vergogna della Repubblica federale tedesca", quindi ha promesso un'istruzione completamente gratuita, di colmare il divario fra gli stipendi di donne e uomini e di voler procurare più posti di lavoro stabili.