Cerca nel sito:

lunedì 25 settembre 2017

telecomunicazioni

13/09/2017 06:11

Quote Telecom-Mediaset, Vivendi scrive all’Agcom

Concentrazione eccessiva di potere da parte del gruppo francese al centro dello scontro

Quote Telecom-Mediaset, Vivendi scrive all’Agcom

Ha tutto per diventare una telenovela, la vicenda Vivendi.  A partire dl coinvolgimento di Mediaset, che ai tempi del Biscione sulle soap opera ha costruito il suo successo commerciale. Al di là delle battute, la società francese non molla l’osso e continua a dimostrare di voler mantenere in Italia una posizione di assoluta centralità delle telecomunicazioni. Vivendi ha inviato venerdì all'Autorità per le comunicazioni la nuova proposta per ottemperare alla delibera della stessa Autorità, dello scorso aprile, che vieta di mantenere contemporaneamente quote sopra il 9,9% in Telecom Italia e in Mediaset. La documentazione sarà oggetto di informativa da parte dei funzionari Agcom, in particolare del responsabile Direzione infrastrutture e servizi media Antonio Provenzano, in occasione della riunione del Consiglio dei commissari in calendario domani. Il provvedimento dell'Autorità rilasciato ad aprile prevede che entro 12 mesi, cioè all'aprile 2018, Vivendi non si trovi più nell'attuale situazione (cioè azionista sopra il 9,9% sia in Telecom Italia sia in Mediaset) che ha determinato la violazione delle norme in materia radiotelevisiva sulla concentrazione tra tlc e media.

bf