Cerca nel sito:

martedì 19 giugno 2018

Politica e dintorni

21/02/2018 21:18

I 5 Stelle incassano un'altra sfiducia a Roma: perso anche il Municipio III

E' finita l'esperienza politico-amministrativa di Roberta Capaccioni, considerata vicinissima alla Lombardi, dopo quella della Garbatella

I 5 Stelle incassano un'altra sfiducia a Roma: perso anche il Municipio III

 

Con 13 voti favorevoli e 12 contrari il Consiglio del III Municipio di Roma Capitale ha approvato la mozione di sfiducia nei confronti della presidente Roberta Capoccioni e della sua Giunta, decretando la fine dell'esperienza M5S a Montesacro.
L'amministrazione municipale e' quindi da considerarsi decaduta e la gestione ora passa al Campidoglio, nelle mani della sindaca Virginia Raggi, alla quale spettera' la nomina del commissario che traghettera' il Municipio fino alle elezioni, che per motivi logistici e di tempistica non potranno celebrarsi il prossimo 4 marzo, quando si andra' al voto per politiche e regionali, ma probabilmente il 3 giugno, prossima finestra per le amministrative, quando gli elettori saranno gia' chiamati al rinnovo degli organi elettivi dell'VIII Municipio, scioltosi l'anno scorso con le dimissioni dell'ex M5S Paolo Pace.

 

Un fallimento. E' il secondo in pochi mesi a Roma. Il Movimento Cinque Stelle ha perso anche il Municipio III, dove da pochi minuti è stata sfiduciata il minisindaco Roberta Capaccioni, considerata vicina all'aspirante govenatrice Roberta Lombardi, dopo un consiglio molto animato iniziato verso l'ora di pranzo. 

I pentastellati hanno tentato fino all'ultimo di salvare il salvabile, ma era ormai troppo tardi. Così con 13 voti favorevoli e 12 contrari il Consiglio del III Municipio di Roma Capitale ha approvato la mozione di sfiducia nei confronti della presidente Capoccioni e della sua Giunta, decretando la fine dell'esperienza M5S a Montesacro dopo una crisi politica amministrativa che si protraeva da mesi. 

L'amministrazione municipale è quindi da considerarsi decaduta e la gestione ora passa al Campidoglio, nelle mani della sindaca Virginia Raggi, alla quale spetterà la nomina del commissario che traghetterà il Municipio fino alle elezioni, che per motivi logistici e di tempistica non potranno celebrarsi il prossimo 4 marzo, quando si andrà al voto per politiche e regionali.

Molto probabilmente il Municipio III tornerà alle urne il 3 giugno, proprio in occasione delle amministrative. A Roma non sarà l'unica tornata elettorale, infatti anche gli elettori  dell'VIII Municipio torneranno alle urne dopo le dimissioni dell'ex M5S Paolo Pace che hanno decretato lo scioglimento del parlamentino della Garbatella.