Cerca nel sito:

venerdì 24 novembre 2017

capitale allo sbando

14/11/2017 11:29

Il pericolo arriva dal cielo: crollano alberi persino nella Roma bene

Accade anche nei quartieri Parioli e Monteverde. Un'emergenza quotidiana...

Il pericolo arriva dal cielo: crollano alberi persino nella Roma bene

Dopo venti giorni Roma ha vissuto un’altra tragedia sfiorata. Malgrado il monitoraggio e la manutenzione messa in campo dall’amministrazione Raggi, gli alberi continuano ancora a crollare al primo temporale. Un’emergenza che non risparmia nessun quartiere, anche quello della cosiddetta Roma bene: i Parioli. 
Stavolta è successo su viale Parioli, all'altezza del civico 72, dove il ramo di un pino di grosse dimensioni si è schiantato sopra un'auto parcheggiata, fortunatamente senza provocare feriti.
Il ramo si è staccato la scorsa notte, a causa del forte vento che è soffiato sulla città. E questa è la sorpresa che il proprietario della macchina, una Volkswagen, si è ritrovato il giorno successivo uscendo di casa. 
Non è finita. Anche a Monteverde un grosso albero è caduto a piazzale Enrico Dunant e sulla via del Mare dove è stato istituito un senso unico alternato all'altezza di Tor di Valle a causa di un albero sulla carreggiata.
Rami hanno creato difficoltà alla circolazione anche sull'Appia Pignatelli, all'altezza di via dell'Almone. Fortunatamente non ci sono stati feriti, come avvenuto 20 giorni fa quando un albero crollò su un taxi con a bordo tre persone il cui tassista s’è salvato per miracolo, né vittime. 
Però il serio rischio, qualora non si procedesse ad un’autentica task force, malgrado le difficoltà evidenti della macchina operativa del Servizio giardini che ha perso negli anni personale e mezzi mentre le aree verdi sono aumentate, è reale e soprattutto quotidiano. 
Un fenomeno questo che nella Capitale si ripete da anni e che ogni volta apre anche un acceso dibattito politico, soprattutto perché, secondo l'assessore all'ambiente Pinuccia Montanari, servirebbero più di 110 milioni “per gestire bene il verde di Roma”.
Le risorse non ci sono e si continua a rischiare la vita. Giorno dopo giorno. 

Dopo venti giorni Roma ha vissuto un’altra tragedia sfiorata. Malgrado il monitoraggio e la manutenzione messa in campo dall’amministrazione Raggi, gli alberi continuano ancora a crollare al primo temporale. Un’emergenza che non risparmia nessun quartiere, anche quello della cosiddetta Roma bene: i Parioli. 

Stavolta è successo su viale Parioli, all'altezza del civico 72, dove il ramo di un pino di grosse dimensioni si è schiantato sopra un'auto parcheggiata, fortunatamente senza provocare feriti.

Il ramo si è staccato la scorsa notte, a causa del forte vento che è soffiato sulla città. E questa è la sorpresa che il proprietario della macchina, una Volkswagen, si è ritrovato il giorno successivo uscendo di casa. 

Non è finita. Anche a Monteverde un grosso albero è caduto a piazzale Enrico Dunant e sulla via del Mare dove è stato istituito un senso unico alternato all'altezza di Tor di Valle a causa di un albero sulla carreggiata.

Rami hanno creato difficoltà alla circolazione anche sull'Appia Pignatelli, all'altezza di via dell'Almone. Fortunatamente non ci sono stati feriti, come avvenuto 20 giorni fa quando un albero crollò su un taxi con a bordo tre persone il cui tassista s’è salvato per miracolo, né vittime. 

Però il serio rischio, qualora non si procedesse ad un’autentica task force, malgrado le difficoltà evidenti della macchina operativa del Servizio giardini che ha perso negli anni personale e mezzi mentre le aree verdi sono aumentate, è reale e soprattutto quotidiano. 

Un fenomeno questo che nella Capitale si ripete da anni e che ogni volta apre anche un acceso dibattito politico, soprattutto perché, secondo l'assessore all'ambiente Pinuccia Montanari, servirebbero più di 110 milioni “per gestire bene il verde di Roma”.

Le risorse non ci sono e si continua a rischiare la vita. Giorno dopo giorno.