Cerca nel sito:

martedì 19 giugno 2018

cultura e dintorni

18/05/2018 17:49

Storia & Archeologia, notizie dal mondo

Storia & Archeologia, notizie dal mondo

Pompei. A quasi duemila anni di distanza dall'eruzione del 79 d.C, Pompei continua a regalare tesori. Emergono edifici con tre grandi balconi in una zona della Regio V ora interessata dagli scavi. Su uno dei balconi anche le anfore del vino rovesciate, probabilmente messe ad asciugare al sole. Questo tipo di ritrovamento e' una novità per questa zona di Pompei. I balconi verranno restaurati e inseriti in un percorso tutto nuovo che collegherà la via di Nola con il vicolo delle Nozze d'Argento (Ag. Dire).

San Severino Marche. Domani nella Sala Italia il convegno "Archeologia a San Severino Marche” organizzato dall’Università di Macerata, dal Comune, dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche e dall’Associazione Museale della Provincia di Macerata per diffondere i risultati dei progetti recenti circa le ricerche, la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico settempedano. Verranno presentati la carta archeologica del territorio, lo schema direttore del piano di gestione del Parco archeologico, gli interventi svolti dalla Soprintendenza a tutela del territorio, le stampe tridimensionali dei principali monumenti e la app con il gioco che riguarda le antichità romane della città realizzati, in particolare, grazie al Progetto Dce coordinato da Unimc in collaborazione con lo spin off PlayMarche. Lo rende noto l'organo locale di informazione Picchionews.

Napoli. Dalla seta all’oro, i tessuti di Pompei raccontano: mentre ci si organizza per la grande mostra del 2019 dedicata alla collezione dei tessili di epoca romana, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli ha presentato al Salone biennale dell'Arte e del Restauro di Firenze i risultati delle indagini avviate su centocinquanta reperti provenienti da diverse aree archeologiche, principalmente da Pompei. L'iniziativa è frutto della collaborazione tra MANN, Opificio delle Pietre Dure, Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale dell'Università Vanvitelli. Dice Paolo Giulierini, direttore del MANN: "La mostra è sorretta da un progetto di ricerca scientifica che grazie alla tecnologia indaga sulla composizione delle fibre e i processi di lavorazione, anche al fine di individuare le più adeguate tecniche di conservazione". Tra i materiali troviamo fili d'oro e rocchetto in legno, un panno tessuto in amianto proveniente dalla necropoli del IV sec. a.C. di Vasto, fili di asbesto, il fiocco, un tessuto di seta lavorato a maglia databile tra il XV e il XVI secolo.

 

e.m.