Cerca nel sito:

sabato 20 gennaio 2018

La storia

11/01/2018 16:33

Aspetta il padrone ricoverato: il cane commuove il web

L’amico a quattro zampe ha atteso fuori dall’ospedale di Tolmezzo le dimissioni dell'uomo

Aspetta il padrone ricoverato: il cane commuove il web
In tanti si sono mobilitati per portargli del cibo 

 

OC. Udine
TIT. Aspetta il padrone ricoverato: 
il cane commuove il web
SOM. L’amico a quattro zampe ha atteso fuori dall’ospedale le dimissioni
dell’uomo: e in tanti si sono mobilitati per portargli del cibo 
Rannicchiato davanti all’entrata dell’ospedale in attesa che il padrone esca da quella porta. Il protagonista è un cane, un meticcio di dieci anni, Leo, le cui foto hanno iniziato a girare su un post fecebook. 
Una storia di amicizia struggente tra un cane e il suo padrone, un pensionato di Tolmezzo (Udine), abituati a fare tutto insieme. E quando l’uomo è stato ricoverato per alcuni problemi di salute, l’amico a quattro zampe lo ha seguito e aspettato, in attesa delle dimissioni, all'esterno dell’ospedale del centro della Carnia, regione storica del Friuli Venezia Giulia. 
Un paese in cui molti concittadini si conoscono: ed ecco che quando Leo è stato visto davanti al nosocomio in diversi si sono chiesti cosa fosse successo. 
Ben presto le foto dell’animale sono finite sul popolare social network. Sono state centinaia le condivisioni e i messaggi al post di Carlo Petris, che ha pubblicato gli scatti. “Anche l’ospedale di Tolmezzo ha il suo ‘Haki’ all’ingresso” si legge nel messaggio, che fa riferimento alla storia di Hachiko, che racconta il legame tra un cane e il suo padrone. 
Da lì si è scatenata una vera e propria gara di solidarietà per aiutare quel fedele amico a quattro zampe che per giorni, nonostante il freddo tipico della zona montana, non ha voluto saperne di allontanarsi dall’ospedale prima di aver “riabbracciato” il suo padrone. 
Durante l’attesa i cittadini si sono mobilitati per portargli qualcosa da mangiare, c’è anche chi ha cercato di trovargli una sistemazione temporanea. Ma il quadrupede è voluto rimanere lì. 
Poi il lieto fine. Lunedì è stato rivisto in giro per il centro ai piedi delle alpi carniche con il suo inseparabile amico, appena dimesso.   
Non è la prima volta che un cane attende  pazientemente di rivedere il suo padrone, scene come quella davanti all’ospedale di Tolmezzo che inevitabilmente commuovono. Perché spesso neppure parenti e amici si dimostrano così amorevoli nel momento del bisogno.
Rannicchiato davanti all’entrata dell’ospedale in attesa che il padrone esca da quella porta. Il protagonista è un cane, un meticcio di dieci anni, Leo, le cui foto hanno iniziato a girare su un post fecebook. 

 

Una storia di amicizia struggente tra un cane e il suo padrone, un pensionato di Tolmezzo (Udine), abituati a fare tutto insieme. E quando l’uomo è stato ricoverato per alcuni problemi di salute, l’amico a quattro zampe lo ha seguito e aspettato, in attesa delle dimissioni, all'esterno dell’ospedale del centro della Carnia, regione storica del Friuli Venezia Giulia. 

Un paese in cui molti concittadini si conoscono: ed ecco che quando Leo è stato visto davanti al nosocomio in diversi si sono chiesti cosa fosse successo. 

Ben presto le foto dell’animale sono finite sul popolare social network. Sono state centinaia le condivisioni e i messaggi al post di Carlo Petris, che ha pubblicato gli scatti. “Anche l’ospedale di Tolmezzo ha il suo ‘Haki’ all’ingresso” si legge nel messaggio, che fa riferimento alla storia di Hachiko, che racconta il legame tra un cane e il suo padrone. Da lì si è scatenata una vera e propria gara di solidarietà per aiutare quel fedele amico a quattro zampe che per giorni, nonostante il freddo tipico della zona montana, non ha voluto saperne di allontanarsi dall’ospedale prima di aver “riabbracciato” il suo padrone. 

Durante l’attesa i cittadini si sono mobilitati per portargli qualcosa da mangiare, c’è anche chi ha cercato di trovargli una sistemazione temporanea. Ma il quadrupede è voluto rimanere lì. 

Poi il lieto fine. Lunedì è stato rivisto in giro per il centro ai piedi delle alpi carniche con il suo inseparabile amico, appena dimesso.  

Non è la prima volta che un cane attende  pazientemente di rivedere il suo padrone, scene come quella davanti all’ospedale di Tolmezzo che inevitabilmente commuovono. Perché spesso neppure parenti e amici si dimostrano così amorevoli nel momento del bisogno.

bf