Cerca nel sito:

lunedì 24 luglio 2017

Dall'Italia

04/01/2017 11:31

Si lamentano per il cibo: migranti bloccano il traffico

Ennesima protesta di richiedenti asilo

Si lamentano per il cibo: migranti bloccano il traffico
A Verona gli stranieri hanno preso a calci le auto e rovesciato i cassonetti. Polizia costretta a deviare la circolazione

 

Dicono di fuggire dalla guerra. Ma poi, una volta in Italia, criticano il cibo che viene loro servito e le condizioni in cui vivono. E per questo protestano, creando disordini. L’ennesima manifestazione di migranti è avvenuta ieri mattina a Verona, dove un gruppo di richiedenti asilo sono scesi in strada per denunciare le presunte cattive condizioni di accoglienza nell’ostello dove sono ospitati. In particolare, gli extracomunitari hanno sollevato lamentele sulla qualità del cibo che viene loro servito, e hanno iniziato a prendere a calci le auto in sosta. 
I disordini sono culminati con il rovesciamento di alcuni cassonetti e il blocco del traffico, in via Santa Chiara nel quartiere Veronetta. La Polizia, intervenuta sul posto, è stata costretta a deviare la circolazione, compresa quella dei mezzi pubblici, fino a quando la situazione è stata riportata alla normalità.
Una protesta definita “inaccettabile” dal sindaco Flavio Tosi, secondo cui “gli organizzatori di questo spiacevole episodio” devono essere “individuati quanto prima, esclusi dai progetti di protezione e allontanati dall’ostello”.
Già nei giorni scorsi nella stessa struttura non sono mancati i problemi: secondo alcune ricostruzioni, i migranti sarebbero costretti a uscire e rimanere in strada durante la giornata negli orari che non sono di colazione, pranzo e cena. Scelta criticata dal primo cittadino che segnala come gli stranieri “costretti a bighellonare per il quartiere” causano “disagio alla comunità”. 
Dicono di fuggire dalla guerra. Ma poi, una volta in Italia, criticano il cibo che viene loro servito e le condizioni in cui vivono. E per questo protestano, creando disordini. L’ennesima manifestazione di migranti è avvenuta ieri mattina a Verona, dove un gruppo di richiedenti asilo sono scesi in strada per denunciare le presunte cattive condizioni di accoglienza nell’ostello dove sono ospitati. In particolare, gli extracomunitari hanno sollevato lamentele sulla qualità del cibo che viene loro servito, e hanno iniziato a prendere a calci le auto in sosta. 

 

I disordini sono culminati con il rovesciamento di alcuni cassonetti e il blocco del traffico, in via Santa Chiara nel quartiere Veronetta. La Polizia, intervenuta sul posto, è stata costretta a deviare la circolazione, compresa quella dei mezzi pubblici, fino a quando la situazione è stata riportata alla normalità.

Una protesta definita “inaccettabile” dal sindaco Flavio Tosi, secondo cui “gli organizzatori di questo spiacevole episodio” devono essere “individuati quanto prima, esclusi dai progetti di protezione e allontanati dall’ostello”.

Già nei giorni scorsi nella stessa struttura non sono mancati i problemi: secondo alcune ricostruzioni, i migranti sarebbero costretti a uscire e rimanere in strada durante la giornata negli orari che non sono di colazione, pranzo e cena. Scelta criticata dal primo cittadino che segnala come gli stranieri “costretti a bighellonare per il quartiere” causano “disagio alla comunità”. 

Commenti 

1

Non si sputa nel piatto in cui si mangia,

04/01/2017 15:16

Postato da Antero

specialmente se ti è offerto e non te lo sei guadagnato !