Cerca nel sito:

martedì 21 novembre 2017

Attualità

23/10/2016 19:56

Quando l'ANPI restaura le scritte fasciste

Il presidente provinciale Andriollo: "Questo rientra in un percorso di recupero della memoria storica che l'Anpi di Recoaro porta avanti"

Quando l'ANPI restaura le scritte fasciste

Era su un muro di Recoaro Terme: "Giudici dei nostri interessi, garanti del nostro avvenire, siamo noi. Soltanto noi. Esclusivamente noi e nessun altro. Benito Mussolini"

"Giudici dei nostri interessi, garanti del nostro avvenire, siamo noi. Soltanto noi. Esclusivamente noi e nessun altro. Benito Mussolini". Questa scritta faceva bella mostra di sé sul muro di una casa negli anni Trenta, a Recoaro Terme, nel Vicentino. Era sbiadita, e ora è tornata a vivere. A occuparsi del restauro la locale sezione dell'ANPI. Il che ha destato stupore e meraviglia, qualcuno ha parlato di una "lezione per tutti"; altri hanno spinto su altre tematiche. Probabilmente la vicenda è semplicemente ciò che è, e che spiega benissimo il presidente provinciale Danilo Andriollo: "Questo rientra in un percorso di recupero della memoria storica che l'Anpi di Recoaro porta avanti", ha detto. Chiaro e puntuale, e anche del tutto condivisibile. Di certo si tratta di un evento che segna la nostra epoca, simbolicamente. È la prima volta nella storia dell'Associazione dei Partigiani che si assiste a un gesto di questo tipo. E significa probabilmente che oltre settant'anni trascorsi dietro alle barricate sono finalmente altra storia. Questo non vuol dire che si possono dimenticare oltraggi troppo spesso compiuti anche ai danni della memoria di quelli che sono caduti combattendo, per esempio, nella Repubblica Sociale Italiana, né che si potranno mai obliare certi fatti della nostra storia, ché le responsabilità di ciascuno è bene siano sempre ben presenti e chiare. Significa però che finalmente si è compreso che la storia d'Italia va preservata anche in queste testimonianze. E dopo aver udito e letto, per decenni, di volontà di abbattere certi simboli anche in termini iconografici, bisogna dire che quella di oggi è una conquista di civiltà, che la storia d'Italia merita da tempo e che finalmente si comincia a intravedere all'orizzonte. 

Emma Moriconi

Commenti 

4

24/10/2016 15:33

Postato da semovente

Il tempo è galantuomo. Sembra, comunque, che elementi dell'associazione "restauratrice" abbiano rimesso in funzione i neuroni quasi atrofizzati e non ancora fuoriusciti dalla famosa terza narice. Trattasi sempre di un punto di partenza e non certo di arrivo. La strada è ancora lunga, molti i neuroni li hanno persi completamente, ma occorre avere pazienza ed attendere che il già citato galantuomo completi la sua opera restauratrice. Bella notizia, comunque.

3

Cara EMMA,

24/10/2016 09:29

Postato da Antero

grazie per questa rivoluzionaria notizia ! Come diceva LUI : " La Storia mi darà ragione ! "

2

Cara EMMA,

24/10/2016 09:26

Postato da Antero

grazie per questa rivoluzionaria notizia ! Come diceva LUI : " La Storia mi darà ragione ! "